Aviad MG-12
“Zigolo”

 

In occasione di Cielo e Volo,
il piccolo motoaliante minimale
Aviad al posto d’onore
sul piazzale degli hangar è stato
un po’ la mascotte di tutti, sempre
circondato da piloti e appassionati,
con le prime richieste di
informazioni sui kit e sui tempi
di consegna. Ma ciò che ha stupito
tutti è che il piccolo motolibratore
è arrivato a Ozzano nella
maniera più normale possibile:
in volo. Decollato da Bore del
Chienti, con qualche tappa intermedia
per il rifornimento e per
sgranchire le gambe, Francesco
di Martino, il giovane costruttore,
ha tranquillamente volato per
oltre 230 km alla stratosferica
media di 60 km/h per poco meno
di quattro ore all’andata e altrettante
al ritorno. Questo giusto
per dire che anche con i velivoli
minimali si può far strada,
non tanta, ma con grande soddisfazione.
Ovviamente usando
il motore, perché gran parte dei
voli che sono stati effettuati a cavallo
fra Giugno e Luglio sono
stati fatti a motore spento, sia in
condizioni di calma per valutare
il comportamento e le prestazioni,
sia in condizioni di ascendenza
arrivando a guadagni di quota
di circa 500 metri con termiche
di pianura e a oltre un’ora
e mezza di volo veleggiato.
Della struttura ormai sapete
tutto e vi rimandiamo
per la descrizione e le
misure alle impressioni di
volo di Giugno, ma rispetto alla
nostra presentazione molte cose
sono cambiate, anche su nostro
suggerimento, vediamole nel
dettaglio.

 

Read pdf file Italian article or translation

 

 

 

Blog builders

News

Magazines

^ Top