By Maurizio Perissinotto costruttore Qatar

"Non esitare a fare qualcosa solo per via del tempo che ci vorrà: il tempo passerà comunque". Così mi incalzava il mio istruttore di volo quando imparavo i rudimenti della mia professione. E così rispondo io, oggi, al reporter filippino che mi ha intervistato per un noto periodico arabo, dopo avermi visto di fianco al mio ultraleggero autocostruito. Questo simpatico giornalista è stato praticamente sospinto dalla folla verso il mio Zigolo MG-12 durante l'annuale fly-in, in quanto era l'unico aeroplano il cui proprietario permetteva ai visitatori di salire a bordo e scattare fotografie. Qui nei paesi arabi l'aviazione generale è considerata come un hobby per eccentrici, e comunque è meglio rappresentata da un Citation che da un Cessnino. Invece io presentavo una "motocicletta volante" di 100kg, con 26 cavalli, al prezzo con cui qui si può comprare un Range Rover usato, e che io ho costruito nella mia camera d'albergo. Si, la compagnia per cui lavoro mi ha fornito un'alloggio in un albergo, per fortuna sono riuscito ad ottenere una stanza al piano terra, con abbastanza spazio per ospitare i 5,5 metri della semiala dello zigolo....in salotto. La costruzione inizia a gennaio 2013, il mio è il kit numero 001, il primo prodotto da Aviad, e i disegni per l'assemblaggio arrivano piano piano man mano che il mitico Francesco di Martino li completa. Inizia così la nostra collaborazione, che tra ritardi degli spedizionieri, feste religiose locali e burocrazia alimentata dall'ignoranza mi permette esattamente un anno dopo di presentare lo Zigolo in testa pista, che per ora sarà una spianata di sabbia compatta nel deserto, dietro alle dune per non disturbare il radar della vicina base militare americana. Non azzardo più che qualche bassa planata per controllare motore, comandi e centraggio, perchè non ho ancora i permessi per volare sul serio, ma qui funziona così... I permessi, non ufficiali ne scritti, arrivano a gennaio 2015 dall'organizzatore dell'airshow locale, che rimane incuriosito dallo Zigolo e desidera vederlo in volo. Purtroppo il vento al traverso della pista (questa volta una pista seria!) non mi permette di rubare la scena anche in volo. È stata comunque una grandissima soddisfazione vedere la curiosità negli occhi dei visitatori di tutte le età, molti dei quali sono a digiuno di qualunque esperienza aeronautica, e scorgere l'eccitazione dei bambini, a cui finalmente era concessa l'avventura di sedere ai comandi di un aereo. Ho appeso alle ali e ai tiranti le fotografie della costruzione, che è alla portata di qualunque hobbista, mostrando che questo sia il primo aereo "hotel-built"! La parte più difficile per me è stata la verniciatura, effettuata anche essa in un apposito box di 24 metri cubi in salotto, collegato al circuito dell'aria condizionata per ventilare. La vera sfida è stata evitare di venir buttato fuori a pedate dall'hotel! Perciò ho dovuto aspettare che la direzione alberghiera iniziasse dei lavori in un appartamento accanto, in modo da poter imputare loro l'inevitabile odore di vernice e il rumore del compressore. In seguito ho costruito un carrello da usare come hangar mobile. Lo Zigolo è una fabbrica del divertimento, essendo una gioia da costruire e una vera farfalla in volo. La costruzione sarebbe un perfetto progetto padre-figlio o un progetto scolastico per liceo tecnico, ed è probabilmente l'unico aereo che si può costruire in salotto e  sperare di tenersi stretta la moglie/fidanzata. I miei prossimi passi saranno il montaggio di freni da bicicletta per avere più manovrabilità sulla pista asfaltata, e più avanti il montaggio di fumogeni. Chiunque desiderasse informazioni su questo gioiellino o sull'aviazione privata in Qatar mi può contattare su facebook e invito tutti a visitare il sito www.aviad.it Fly safe! Maurizio Perissinotto

Blog builders

News

Magazines

^ Top